C’è un po’ di Tesla in questa auto d’epoca

2 novembre, 2018 | Luca Rossi

La Mercury Coupe.

L’azienda californiana Icon ha fatto un esperimento molto interessante mettendo insieme un’auto d’epoca e le migliori tecnologie del momento. Partendo una Mercury Coupé del 1949, ha creato un’auto elettrica, lasciando l’esterno della macchina completamente inalterato. Un esperimento simile l’abbiamo visto con questa Ferrari 308 GTS.



La collaborazione tra Icon e Stealth RV ha permesso di montare un motore elettrico che eroga una potenza equivalente a 400 cavalli. Il tutto è stato abbinato a una batteria Tesla da 85 kWh che è stata posizionata in modo “strategico” per mantenere il miglior bilanciamento della macchina.
Secondo quanto dichiarato, l’autonomia di questa Mercury dovrebbe essere di circa 350 chilometri, per una ricarica completa ci vogliono circa 90 minuti.
Gli americani non sono nuovi a queste creazioni, considerando che già all’alba degli anni 80, esisteva la Fiat Ritmo elettrica.

Gli interni.

Icon ha aggiunto un caricatore dietro alla targa anteriore e una presa per Tesla Superchager al posto della bocchetta del serbatoio. Inoltre, il motore è dotato di un sistema che impedisce alle batterie di sovraccaricarsi.
Come dettaglio estetico, sotto il cofano è stata creata una parte in alluminio che vuole ricordare l’originale motore V8 in dotazione alla macchina.

Il motore.

Prima di essere trasformata in auto elettrica, questa Mercury è stata completamente smontata, con la sostituzione di tutte le parti in gomma, alcune modifiche per migliorare l’insonorizzazione dell’abitacolo e un nuovo chassis.
La macchina è stata ordinata così da un cliente della Icon, e attualmente si trova esposta al SEMA di Las Vegas.

La presa Tesla.


Tag:

Lascia un commento