Cosa significa macchina radiata

20 luglio, 2018 | Redazione

Certificato di proprietà.

Si sente spesso parlare della radiazione degli autoveicoli, in particolare per quanto riguarda quelli di una certa età. Andiamo adesso a capire nello specifico cosa significa macchina radiata.
Partiamo dal primo punto, l’azione d’ufficio.

Che cos’è la radiazione d’ufficio



Può avvenire la radiazione d’ufficio di un veicolo al PRA (Pubblico registro automobilistico) se il bollo auto non viene pagato per tre anni consecutivi. Qui la partita è in mano alla Regione, la quale può decidere di notificare al proprietario del mezzo la richiesta di pagamento.
In questo caso possono passare al massimo 30 giorni dalla notifica, per regolarizzare la situazione. In sostanza, se non si provvede a mettersi in regola pagando i bolli arretrati e le relative sanzioni, l’auto può essere cancellata da registro.
La conseguenza è che se un’auto viene radiata è come se in qualche modo non esistesse, quindi non può circolare. La polizia dovrebbe poi ritirare targhe e carta di circolazione.

«Non ho pagato il bollo auto per tre anni»

Se vi state facendo questa domanda potete rischiare grosso. In caso di mancato pagamento per tre annualità consecutive, la Regione di competenza attraverso l’Aci può attivare la procedura di radiazione.
Come abbiamo scritto poco sopra, viene inviata una notifica e bisogna regolarizzare la propria posizione entro 30 giorni.

In quali casi avviene la radiazione

Andiamo a vedere per punti quali sono i casi in cui un’auto viene radiata.

Il primo caso è la rottamazione dell’automobile. Qui viene chiamato in causa il centro di demolizione autorizzato, che provvederà alle pratiche di cancellazione del veicolo presso il PRA. DIl primo passaggio è la consegna al proprietario del mezzo il certificato di rottamazione: viene certificato il giorno e l’ora di ritiro del mezzo, oltre all’impegno a cancellare la macchina dal registro.
Da questo momento il proprietario è sollevato dalle responsabilità sull’automobile.

Il secondo caso è la radiazione in seguito all’esportazione all’estero del veicolo. Qui si può richiedere la radiazione attraverso lo sportello automatico dell’automobilista (STA), ovvero presso la motorizzazione civile, oppure al PRA, ma anche nelle agenzie di pratiche auto (in questo caso, come per i passaggi di proprietà, il costo sarà più alto).
Andranno consegnati il libretto di circolazione, le targhe e il certificato di proprietà e una certificazione sulla destinazione dell’auto.
In questo caso, se la macchina viene spedita in paesi fuori dalla Comunità europea, si riceve il certificato di radiazione, mentre se va entro i confini della UE, il libretto viene annullato con un tagliando di annullamento.

Il terzo e ultimo caso è quello della radiazione d’ufficio. Per il mancato pagamento del bollo auto, recentemente sono state radiate 420.000 auto.


Lascia un commento